Cantiere Maestà

Rapporto di conformità - Comune di Siena

Skip to main content
 
 
 
Comune di Siena
 

Rapporto di conformità

Conformità (a maggio 2012) ai 22 requisiti del regolamento tecnico della legge 04/2004

 Di seguito diamo l’elenco delle conformità ai requisiti tecnici in modo dettagliato:

 

  • Requisito n. 1:
    Realizzare le pagine e gli oggetti al loro interno utilizzando tecnologie definite da grammatiche formali pubblicate nelle versioni più recenti disponibili quando sono supportate dai programmi utente. Utilizzare elementi ed attributi in modo conforme alle specifiche, rispettandone l’aspetto semantico. In particolare, per i linguaggi a marcatori HTML (Hypert-text Markup Language) e XHTML (eXtensible Hyper-text Markup Language)
     Metodo e verifica per il rispetto del requisito
     Il sito è realizzato con linguaggio a marcatura XHTML 1.0 con DTD di tipo Strict e CSS 2.1.
     Il rispetto della correttezza formale e semantica delle pagine è stato verificato con il servizio di validazione automatica del W3C.
  •  Requisito n. 2:
     Non è consentito l’uso dei frame nella realizzazione di nuovi siti. In sede di prima applicazione, per i siti Web esistenti già realizzati con frame è consentito l’uso di HTML 4.01 o XHTML 1.0 con DTD frameset
     Metodo e verifica per il rispetto del requisito
     Il sito è realizzato con linguaggio a marcatura XHTML 1.0 con DTD di tipo Strict dove il tag frame non è consentito, quindi strutture di pagina di questo tipo non sono presenti.
  •  Requisito n. 3:
     Fornire una alternativa testuale equivalente per ogni oggetto non di testo presente in una pagina e garantire che quando il contenuto non testuale di un oggetto cambia dinamicamente vengano aggiornati anche i relativi contenuti equivalenti predisposti; l’alternativa testuale equivalente di un oggetto non testuale deve essere commisurata alla funzione esercitata dall’oggetto originale nello specifico contesto.
     Metodo e verifica per il rispetto del requisito
     Lo strumento usato per l'aggiornamento del sito consente ai redattori l'inserimento delle alternative testuali e prevede anche la segnalazione agli stessi dell' eventuale mancanza di descrizione alternativa. I redattori sono anche stati formati ad una corretta scrittura delle descrizioni.
     Sono stati usati sistemi di validazione automatica per verificare che fossero presenti tutte le alternative testuali necessarie.
  •  Requisito n. 4:
     Garantire che tutti gli elementi informativi e tutte le funzionalità siano disponibili anche in assenza del particolare colore utilizzato per presentarli nella pagina.
     Metodo e verifica per il rispetto del requisito
     Lo stile generale delle pagine è pensato per evitare che il colore possa vincolare informazioni rilevanti e funzionalità. Ai redattori ricordiamo di evitare di scrivere contenuti strettamente connessi ai colori come veicolo di informazioni, del tipo “Nel riquadro giallo trovi le informazioni utili”, ecc.
     Abbiamo verificato manualmente che le informazioni siano del tutto comprensibili in assenza dei colori di formattazione associati.
  •  Requisito n. 5:
     Evitare oggetti e scritte lampeggianti o in movimento le cui frequenze di intermittenza possano provocare disturbi da epilessia fotosensibile o disturbi della concentrazione, ovvero possano causare il malfunzionamento delle tecnologie assistive utilizzate; qualora esigenze informative richiedano comunque il loro utilizzo, avvertire l’utente del possibile rischio prima di presentarli e predisporre metodi che consentano di evitare tali elementi.
     Metodo e verifica per il rispetto del requisito
     I redattori sono istruiti ad evitare l’inserimento di immagini o contenuti lampeggianti.
     Abbiamo compiuto una verifica manuale sulle pagine del sito per escludere l’inserimento di questi tipi di contenuto.
  •  Requisito n. 6:
     Garantire che siano sempre distinguibili il contenuto informativo (foreground) e lo sfondo (background), ricorrendo a un sufficiente contrasto (nel caso del testo) o a differenti livelli sonori (in caso di parlato con sottofondo musicale); evitare di presentare testi in forma di immagini; ove non sia possibile, ricorrere agli stessi criteri di distinguibilità indicati in precedenza.
     Metodo e verifica per il rispetto del requisito
     Il contrasto tra contenuto e sfondo degli elementi informativi è stato verificato secondo l’algoritmo di contrasto colore del W3C.
  •  Requisito n. 7:
     Utilizzare mappe immagine sensibili di tipo lato client piuttosto che lato server, salvo il caso in cui le zone sensibili non possano essere definite con una delle forme geometriche predefinite indicate nella DTD adottata.
     Metodo e verifica per il rispetto del requisito
     Le mappe immagine del sito sono di tipo lato client. Abbiamo verificato che le mappe possano essere adeguatamente fruite da non vedenti, ipovedenti e disabili motori.
  •  Requisito n. 8:
     In caso di utilizzo di mappe immagine lato server, fornire i collegamenti di testo alternativi necessari per ottenere tutte le informazioni o i servizi raggiungibili interagendo direttamente con la mappa.
     Metodo e verifica per il rispetto del requisito
     Nel sito non ci sono mappe immagine lato server
  •  Requisito n. 9:
     Per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti dalla DTD adottata per descrivere i contenuti e identificare le intestazioni di righe e colonne.
     Metodo e verifica per il rispetto del requisito
     Le tabelle dati sono state marcate per identificare le celle d’intestazione di righe o colonne con l’elemento “th”, differenziandole dalle normali celle di contenuto “td”. Nella tabella è possibile inoltre trovare un testo di sommario (l’attributo “summary”) che chiarisce in modo riassuntivo quali contenuti sono presentati all’interno della stessa.
  •  Requisito n. 10:
     Per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti nella DTD adottata per associare le celle di dati e le celle di intestazione che hanno due o più livelli logici di intestazione di righe o colonne.
     Metodo e verifica per il rispetto del requisito
     Le tabelle dati con più livelli logici sono generalmente state semplificate in tabelle più semplici.
     Le tabelle con più livelli logici che non potevano essere semplificate sono state marcate secondo le indicazioni del W3C per essere fruibili dagli screen reader.
  •  Requisito n. 11:
     Usare i fogli di stile per controllare la presentazione dei contenuti e organizzare le pagine in modo che possano essere lette anche quando i fogli di stile siano disabilitati o non supportati.
     Metodo e verifica per il rispetto del requisito
     Nel sito si realizza la separazione tra contenuto informativo e presentazione formale attraverso l’uso dei fogli di stile. Abbiamo verificato che disabilitando i fogli di stile i contenuti continuano ad essere comprensibili.
  •  Requisito n. 12:
     La presentazione e i contenuti testuali di una pagina devono potersi adattare alle dimensioni della finestra del browser utilizzata dall’utente senza sovrapposizione degli oggetti presenti o perdita di informazioni tali da rendere incomprensibile il contenuto, anche in caso di ridimensionamento, ingrandimento o riduzione dell’area di visualizzazione o dei caratteri rispetto ai valori predefiniti di tali parametri.
     Metodo e verifica per il rispetto del requisito
     I contenuti si adattano al ridimensionamento della finestra del browser; il layout è stato studiato affinché la pagina si ridimensioni in maniera liquida senza perdita di comprensibilità da una dimensione minima di 1024*768 pixel a dimensioni maggiori.
  •  Requisito n. 13:
     In caso di utilizzo di tabelle a scopo di impaginazione, garantire che il contenuto della tabella sia comprensibile anche quando questa viene letta in modo linearizzato e utilizzare gli elementi e gli attributi di una tabella rispettandone il valore semantico definito nella specifica del linguaggio a marcatori utilizzato.
     Metodo e verifica per il rispetto del requisito
     Generalmente non sono presenti tabelle con funzione di impaginazione, in caso contrario sono state linearizzate verificando che le informazioni contenute non perdessero di significato a seguito della linearizzazione.
  •  Requisito n. 14:
     Nei moduli (form), associare in maniera esplicita le etichette ai rispettivi controlli, posizionandole in modo che sia agevolata la compilazione dei campi da parte di chi utilizza le tecnologie assistive.
     Metodo e verifica per il rispetto del requisito
     Nelle form le etichette sono state associate correttamente ai rispettivi campi da compilare. Abbiamo verificato che le associazioni fossero comprensibili da screen reader.
  •  Requisito n. 15:
     Garantire che le pagine siano utilizzabili quando script, applet, o altri oggetti di programmazione sono disabilitati oppure non supportati; ove ciò non sia possibile fornire una spiegazione testuale della funzionalità svolta e garantire una alternativa testuale equivalente, in modo analogo a quanto indicato nel requisito n. 3.
     Metodo e verifica per il rispetto del requisito
     Il sito funziona anche senza l’uso di script o altri oggetti di programmazione. La verifica è stata condotta manualmente disabilitando gli stessi script e accertando la corretta funzionalità delle pagine.
  •  Requisito n. 16:
     Garantire che i gestori di eventi che attivano script, applet o altri oggetti di programmazione o che possiedono una propria specifica interfaccia, siano indipendenti da uno specifico dispositivo di input.
     Metodo e verifica per il rispetto del requisito
     Abbiamo verificato manualmente con diversi sistemi di input e tecnologie assistive che si mantengano le funzionalità di gestione di eventi che attivano script o oggetti.
  •  Requisito n. 17:
     Garantire che le funzionalità e le informazioni veicolate per mezzo di oggetti di programmazione, oggetti che utilizzano tecnologie non definite da grammatiche formali pubblicate, script e applet siano direttamente accessibili.
     Metodo e verifica per il rispetto del requisito
     Abbiamo verificato, come specificato al punto precedente, che le funzionalità gestite da oggetti di programmazione siano accessibili.
  •  Requisito n. 18:
     Nel caso in cui un filmato o una presentazione multimediale siano indispensabili per la completezza dell’informazione fornita o del servizio erogato, predisporre una alternativa testuale equivalente, sincronizzata in forma di sotto-titolazione o di descrizione vocale, oppure fornire un riassunto o una semplice etichetta per ciascun elemento video o multimediale tenendo conto del livello di importanza e delle difficoltà di realizzazione nel caso di trasmissioni in tempo reale.
     Metodo e verifica per il rispetto del requisito
     Nel caso di contenuti multimediali indispensabili per la completezza dell’informazione è stata predisposta una alternativa testuale equivalente.
  •  Requisito n. 19:
     Rendere chiara la destinazione di ciascun collegamento ipertestuale (link) con testi significativi anche se letti indipendentemente dal proprio contesto oppure associare ai collegamenti testi alternativi che possiedano analoghe caratteristiche esplicative, nonché prevedere meccanismi che consentano di evitare la lettura ripetitiva di sequenze di collegamenti comuni a più pagine.
     Metodo e verifica per il rispetto del requisito
     Abbiamo istruito i redattori ad evitare inserimenti di contenuti testuali dei link poco significativi se letti fuori contesto, e ad evitare link con lo stesso testo che portano a pagine differenti.
  •  Requisito n. 20:
     Nel caso che per la fruizione del servizio erogato in una pagina è previsto un intervallo di tempo predefinito entro il quale eseguire determinate azioni, è necessario avvisare esplicitamente l’utente, indicando il tempo massimo consentito e le alternative per fruire del servizio stesso.
     Metodo e verifica per il rispetto del requisito
     Le pagine possono essere fruite senza alcun problema di temporizzazione che ne pregiudichi l’efficienza.
  •  Requisito n. 21:
     Rendere selezionabili e attivabili tramite comandi da tastiere o tecnologie in emulazione di tastiera o tramite sistemi di puntamento diversi dal mouse i collegamenti presenti in una pagina; per facilitare la selezione e l’attivazione dei collegamenti presenti in una pagina è necessario garantire che la distanza verticale di liste di link e la spaziatura orizzontale tra link consecutivi sia di almeno 0,5 em, le distanze orizzontale e verticale tra i pulsanti di un modulo sia di almeno 0,5 em e che le dimensioni dei pulsanti in un modulo siano tali da rendere chiaramente leggibile l’etichetta in essi contenuta.
     Metodo e verifica per il rispetto del requisito
     I link sono selezionabili con ogni dispositivo. La spaziatura verticale e orizzontale tra link di una lista o consecutivi è gestita dal foglio di stile in modo che la distanza minima di almeno 0,5 em tra gli elementi sia rispettata. Anche le etichette dei pulsanti dei moduli, governate dal foglio di stile, sono state verificate per riscontrarne l’effettiva leggibilità.
  •  Requisito n. 22:
     Per le pagine di siti esistenti che non possano rispettare i sopraelencati requisiti (pagine non accessibili), in sede di prima applicazione, fornire il collegamento a una pagina conforme a tali requisiti, recante informazioni e funzionalità equivalenti a quelle della pagina non accessibile ed aggiornata con la stessa frequenza, evitando la creazione di pagine di solo testo; il collegamento alla pagina conforme deve essere proposto in modo evidente all’inizio della pagina non accessibile.
     Metodo e verifica per il rispetto del requisito
     Non è necessaria una versione alternativa delle pagine poiché queste sono conformi ai punti sopra elencati della Verifica Tecnica.